Verso le elezioni generali: il discorso di Aung San Suu Kyi (17 settembre 2020)

Le elezioni generali si svolgeranno a breve. È giunto il momento di chiedere il sostegno, il voto favorevole del nostro popolo. In realtà, il sostegno del popolo è sempre un elemento essenziale per il successo di qualsiasi impresa di valore per una nazione. È per questo motivo che la Lega Nazionale per la Democrazia (NLD), pienamente consapevole che eravamo un tutt’uno con il popolo e che il popolo era la chiave, ha riposto la nostra fiducia nel nostro popolo, e ha iniziato 32 anni fa il lungo e difficile cammino verso un’Unione federale democratica.

Le tappe principali di questo lungo cammino sono le elezioni generali del 1990, le elezioni suppletive del 2012 e le elezioni generali del 2015. Permettetemi di parlare di alcuni fatti memorabili legati a queste pietre miliari. Nelle elezioni del 1990 la NLD, con l’appoggio incondizionato del nostro popolo, ha vinto in circa l’82% delle circoscrizioni, ma non ci è stato nemmeno permesso di convocare l’Hluttaw. Abbiamo incontrato solo vari tipi di oppressione. Tuttavia, la bandiera dell’NLD è rimasta in alto mentre esercitavamo il più alto dei quattro livelli di sforzo (Viriya), “per perseverare in uno sforzo con l’incrollabile risoluzione anche di fronte alla sconfitta”, e ha continuato lungo il duro cammino. Perché l’NLD è nato dal popolo, ed è stato sostenuto dalla forza delle persone che hanno mantenuto le nostre convinzioni e che sono sopravvissute a una lotta che è andata avanti per più di due decenni. Poi, nelle elezioni suppletive del 2012, il sostegno del popolo ci ha permesso di alzare ancora una volta la nostra bandiera di vittoria. Abbiamo vinto 42 dei 43 seggi che abbiamo contestato, e i rappresentanti del popolo della NLD sono stati, per la prima volta, in grado di servire nella legislatura. Poco più di quaranta nell’Unione Hluttaw, che contava più di seicento persone, erano in effetti una piccola minoranza, ma eravamo forti nel sostegno del nostro popolo.

Nelle elezioni del 2015, i rappresentanti dell’NLD hanno ottenuto la maggioranza dei seggi nell’Union Hluttaw, e siamo riusciti a formare un governo del popolo. Un governo che è stato eletto dal popolo ha una responsabilità tanto grande quanto l’onore che detiene.
Vorrei confrontare le sfide che l’NLD ha dovuto affrontare dopo che ci siamo assunti la responsabilità di governo alla fine di marzo 2016 con l’impegno di creare un parco di valore da un appezzamento di terreno che era stato trascurato per molti anni. Un appezzamento di terreno brutto e pericoloso, con fosse e avvallamenti, rocce e sabbia, erbacce e spine, alberi senza valore e recinti rotti, vittima del maltempo, dei cattivi metodi, dell’indolenza e di altri mali. Ci vuole un grande sforzo per trasformare un luogo del genere in un giardino sicuro, bello e prezioso. Deve essere coltivato senza sosta, giorno e notte, con tutte le forze, intellettuali, fisiche e finanziarie, a nostra disposizione. C’è così tanto da fare per la sostenibilità a lungo termine, per il progresso e la durata, per il vero valore che può essere tramandato attraverso i secoli e le generazioni a venire.

I nostri sforzi per gettare solide fondamenta per una pace duratura, per la prosperità e il progresso, che sono i requisiti fondamentali per ogni nazione, e per costruire un’autentica Unione democratica e federale, si basano sugli impegni che abbiamo preso nei confronti del popolo quando l’NLD è stato fondato. La volontà di continuare fino a quando i nostri sforzi non avranno portato a un successo duraturo è la ragione principale della nostra partecipazione alle prossime elezioni generali.
Per l’NLD, la contestazione di un’elezione è un’impresa intrepida il cui esito dipende dalla fiducia del popolo. Dico questo perché, secondo l’attuale costituzione nazionale, le nostre elezioni non soddisfano i veri standard democratici. In tutte le legislature, sindacali, regionali e statali, il popolo ha il diritto di eleggere solo il 75% dei rappresentanti. Il restante 25% è nominato dal Comandante in capo del Tatmadaw. Quindi per poter formare un governo, l’NLD dovrà superare un handicap del 25%. Per formare un governo che possa consolidare il lavoro di costruzione della nazione su cui abbiamo iniziato, abbiamo bisogno di una maggioranza nella Hluttaw. Tuttavia, poiché ci è consentito contestare solo il 75% dei seggi, dobbiamo vincere almeno il 67%. (Nelle elezioni del 2015 abbiamo vinto circa il 79% e siamo stati quindi in grado di formare un governo).

Per evitare di dover entrare in questi calcoli percentuali, vorrei fare un appello ai nostri cittadini affinché votino a stragrande maggioranza per noi, in modo da poter vincere ogni seggio che stiamo contestando. Ogni singolo voto ha un valore inestimabile. Il fatto di votare nel modo giusto non è solo un’indicazione del fatto che il dovere di un cittadino è stato assolto, ma è un chiaro segno che i diritti dei cittadini sono apprezzati.
Poiché chiediamo il sostegno dei vostri voti, vorrete sapere cosa ha fatto il governo dell’NLD a beneficio della nazione. Non sarà possibile affrontare la questione in modo completo in un discorso di durata limitata come questo. Vi preghiamo di leggerlo sulla pagina Facebook della presidenza NLD. Il nostro manifesto elettorale, che illustra le politiche e gli scopi dell’NLD, è accessibile anche sulla stessa pagina Facebook.

In questa occasione, vorrei informarvi di alcune questioni che consideriamo importanti per la nostra nazione. Permettetemi di tornare alla metafora del parco che ho usato prima. Il bisogno più grande per il nostro parco è la sicurezza. Dobbiamo rendere i nostri recinti forti e sicuri contro i predatori esterni, uomini e animali. Il baluardo più efficace e sicuro per la difesa del parco che è l’Unione della Birmania è la nostra unità. Per questo motivo il nostro governo ha istituito il Centro nazionale per la riconciliazione e la pace, e ha lavorato incessantemente per spegnere gli incendi delle lotte civili che hanno causato tanta sofferenza al nostro popolo, e per porre fine alla cultura politica (dovrebbe essere giustamente definita barbarie) di risolvere i problemi politici attraverso l’uso delle armi e della violenza.
Come abbiamo bisogno di unità per la pace, così abbiamo bisogno dello Stato di diritto per la pace e l’unità. È importante che le leggi prevalenti della terra siano in accordo con i nostri tempi e le nostre circostanze. Questo è il motivo per cui nella Hluttaw abbiamo cercato di emendare la Costituzione, la legge che incorona la terra, affinché sia conforme agli autentici standard democratici a cui tutti noi aspiriamo. Non siamo riusciti a ottenere gli emendamenti richiesti; ma è stata una sorta di vittoria perché ha dato a coloro che erano interessati alla questione un’opportunità per capire perché volevamo emendare la Costituzione.

Nel difendere la nazione, dobbiamo considerare non solo i pericoli interni, ma anche quelli esterni. Ci sono difese tangibili, come il muro lungo il nostro confine occidentale. Il nostro governo ha approvato venti miliardi di Kyat per il progetto. Più profondo e impegnativo è il compito intangibile e invisibile di difendere il nostro Paese sulla scena internazionale.
Come il nostro popolo sa bene, nel nostro Stato di Rakhine ci troviamo di fronte a molte difficoltà e problemi, come conseguenza di problemi iniziati molti decenni fa. Mentre combattiamo con queste sfide, abbiamo incontrato critiche e pressioni, piuttosto che comprensione, simpatia e aiuto. Perché questo? Perché, fondamentalmente, sono pochi coloro che conoscono o desiderano conoscere bene il nostro Paese. Sono pochi quelli che vogliono conoscere il nostro Paese. Per dirla in un altro modo, il nostro Paese non è di grande importanza sulla scena mondiale. Non abbiamo ancora raggiunto un livello notevole di importanza. Non abbiamo abbastanza risorse per renderci altamente significativi. “Ma il nostro Paese è ricco di gas naturale, foreste, minerali, gemme preziose”, alcuni potrebbero dire. Non mi riferisco a tali risorse. Le risorse veramente preziose di una nazione sono: la pace e la stabilità, la sicurezza garantita dallo Stato di diritto, lo sviluppo sostenibile e, soprattutto, un popolo ben dotato di istruzione, salute e forza spirituale. Il nostro governo dell’NLD vorrebbe continuare ad adempiere alle nostre responsabilità, con il sostegno del popolo, fino a quando non raggiungeremo una fase in cui tali risorse saranno saldamente radicate nel nostro suolo. Vorremmo coltivare il nostro prezioso appezzamento di terra che, recintato e ripulito, sta emergendo dall’abbandono selvaggio per assumere le sembianze di un giardino, per renderlo sicuro e piacevole con alberi che danno ombra, frutti, fiori e vegetazione lussureggiante. In caso di cicloni imprevedibili, come Covid-19, i giardinieri devono assumersi la responsabilità di utilizzare le risorse disponibili con la rettitudine di scopo, saggezza e perseveranza per garantire il minor danno possibile al giardino. Vorremmo che la gente fosse fiduciosa che “mai più la nostra terra tornerà allo stato selvaggio”.

L’emblema della nostra Lega Nazionale per la Democrazia è un campo rosso, raffigurante il coraggio, decorato con un pavone dorato da combattimento che rappresenta studenti e giovani che hanno avuto un ruolo cruciale nei movimenti epocali, e una grande stella bianca, simbolo della rivoluzione. È uno striscione che riunisce e irradia il coraggio e la perseveranza di persone che possono osare tutto per il loro paese, il brillante futuro delle nuove generazioni e la forza del cambiamento radicata nella purezza. Dal 1988, con il sostegno del popolo, siamo riusciti a portare in alto, anche nei momenti più difficili, lo stendardo dell’NLD. Nel 2015 siamo riusciti a piantare il nostro vessillo di vittoria.

Ora, nel 2020, faccio appello al popolo affinché ci dia, con i suoi voti di sostegno, la responsabilità di rendere ferma la nostra bandiera di vittoria.

Votiamo per la fermezza della bandiera della vittoria.

Votiamo l’NLD per la vera democrazia.

Possa il popolo dell’Unione di Birmania godere della pace del cuore e della mente!


English Version

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *