Soliani e Zampa: “Prima apertura alla candidatura di Suu Kyi alle presidenziali in Myanmar, l’Italia mantenga l’impegno internazionale e la sostenga”

“Le notizie che arrivano dalla Birmania confermano che il processo di democratizzazione di quel Paese è in corso e va sostenuto con assoluta determinazione da tutta la comunità internazionale”. È quanto dichiarano la deputata Sandra Zampa, presidente dell’associazione interparlamentare Amici della Birmania e Albertina Soliani, già presidente della stessa associazione. “L’impegno determinato di Aung San Suu Kyi ha certamente prodotto un’accelerazione del necessario cambiamento del sistema politico del Paese. Ne abbiamo avuto conferma nella recente visita della premio Nobel in Italia. Proprio in vista di quello storico evento, il Parlamento ha accolto Aung San Suu Kyi approvando tra l’altro un’importante mozione che impegna il governo italiano a sostenere in ogni sede internazionale il processo di riforma costituzionale per una autentica democrazia di quel Paese. La nuova fase che si è aperta con le più recenti dichiarazioni del capo del governo birmano, Thein Sein che ha riconosciuto la necessità di consentire ad Aung San Suu Kyi di candidarsi alla presidenza, va dunque sostenuta ora senza incertezze o lentezze affinché vi siano risultati effettivi e sia davvero riformata la Costituzione nei tempi utili in relazione alla prossima tornata elettorale. Chiediamo dunque al governo Letta e alla ministra Bonino di dar corso agli impegni previsti dalla mozione approvata nel mese di ottobre dal Parlamento e ribadito negli incontri con la stessa leader birmana in occasione della sua visita a Roma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *