La Birmania flagellata dai monsoni

monsoniLa stagione dei monsoni, si sta rivelando quest’anno particolarmente devastante in alcune aree della Birmania. In particolare, nelle divisioni di Sagaing, Mandalay, Magway, Yangon, Ayeyawady e Bago e negli Stati Shan, Rakhine, Chin, Kayin e Mon, con inondazioni che stanno provocando significativi danni alla popolazione e alle coltivazioni.

Nel nord del Paese più di 110.000 persone sono state colpite dalle inondazioni e molte organizzazioni lamentano la lentezza del governo nel portare gli aiuti necessari.

La situazione poi si è aggravata nelle ultime ore per il passaggio del ciclone Komen.

Una “orange alert” è stata emessa per le zone del Paese più esposte, avendo previsto nei prossimi giorni piogge torrenziali, forti venti e ulteriori inondazioni.

Il sito BBC.com riferisce di almeno 27 morti e che il presidente del Myanmar ha decretato lo stato di emergenza in quattro regioni: Chin, Magwe, Sagaing and Rakhine.

A proposito della regione Rakhine, lo stesso sito riporta che centinaia di persone hanno cercato riparo nei monasteri, ma che da alcuni di questi rifugi sarebbero stati allontanati gli appartenenti alla minoranza mussulmana dei Rohingyia.

inindazioni1   inondazioni2

L’Associazione per l’Amicizia Italia Birmania, da sempre vicina alla gente birmana, esprime la propria solidarietà alle popolazioni colpite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *