19 luglio: anniversario dell’uccisione del generale Aung San, padre della patria

generaleIl 19 luglio è l’anniversario dell’uccisione del generale Aung San, Padre della Patria Birmana e di Aung San Suu Kyi. E’ stato ucciso in una congiura insieme ad altri membri del Comitato esecutivo, di cui era a capo dopo la liberazione della Birmania dai giapponesi e dagli inglesi. Era il 19 luglio 1947 e Aung San Suu Kyi aveva due anni.

Il 67° anniversario è un giorno che parla della grande speranza della Birmania nella democrazia, incarnata da Aung San, e degli ostacoli drammatici presenti nella storia della Birmania. Aung San è stato in questi decenni una presenza viva nel popolo birmano e la figlia Aung San Suu Kyi ne ha raccolto tutta intera l’eredità. Per il presente e il futuro della Birmania il ricordo di Aung San alimenta la fiducia del popolo nella libertà ed è un monito severo per il Governo e per i militari che rallentano il processo di democratizzazione.

La libertà, l’indipendenza, la democrazia in Birmania si identificano con Aung San e con Aung San Suu Kyi. Sono beni pagati a caro prezzo.

Nell’agosto scorso sono stata a Rangoon, con Giuseppe e con Alberto, davanti al grande monumento dedicato ai martiri.

Nel libro “Lettera dalla mia Birmania” di Aung San Suu Kyi ce n’è una dedicata al mese di luglio. “Luglio: un mese di anniversari, “luglio, mese di pioggia e di polvere…”, così comincia una sua poesia da ragazza. Ma “l’anonimo luglio, mese di mezzo, è periodo di anniversari importantissimi. C’è quello della presa della Bastiglia, dell’Indipendenza americana e della cospirazione contro Hitler”. “Il 19 luglio 1947, sei mesi prima che la Birmania venisse ufficialmente dichiarata Stato indipendente e sovrano, mio padre e numerosi suoi compagni vennero assassinati durante una seduta del Comitato esecutivo”.

Oggi, ricordando suo padre, condividiamo con Aung San Suu Kyi la speranza per il cambiamento democratico in Birmania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *