Medaglia d’Oro del Premio Sant’Ilario 2016 alla memoria di Giuseppe Malpeli – Gold Medal of Parma’s Sant’Ilario award to Giuseppe Malpeli

La Medaglia d’Oro del Premio Sant’Ilario 2016 viene conferita alla memoria di Giuseppe Malpeli per aver dedicato la propria esistenza all’educazione ed alla cura della relazione con l’altro: dai bambini della scuola agli studenti dell’Università, dagli insegnanti agli educatori e ai colleghi docenti, dai dissidenti politici perseguitati in Birmania ai lavoratori in difficoltà. Il suo amore per la Birmania l’ha portato a conoscere Aung San Su Kyi, e a costruire l’amicizia che gli ha permesso di portare a Parma il Premio Nobel per la Pace.

Giuseppe ha sempre considerato le relazioni come elemento fondamentale in tutti gli ambienti in cui ha lavorato ed è con questo spirito che stiamo proseguendo il lavoro da lui avviato. Viviamo in un mondo interconnesso e supportare la ricostruzione della democrazia in Birmania è un modo per rafforzare i principi democratici qui a Parma, in Italia, in Europa. Oggi la città di Parma ha riconosciuto il lavoro di Giuseppe, costruttore di legami, come Aung San Suu Kyi ha chiesto ai Giovani di Parma: “spero che ci incontreremo altre volte, e che la gente di Parma e dell’Italia possa entrare sempre più in contatto con la gente del mio Paese. Spero che voi possiate diventare un esempio di come due Paesi diversi, due popoli diversi possano essere così grandi amici: diventare esempi viventi non solo di “cittadinanza globale”, ma di umana amicizia”.

The Gold Medal of Sant’Ilario Award 2016 is given in memory of Giuseppe Malpeli. He dedicated his life to the education and care of the relationships with other people: from school children to university students, from teachers to educators, from political dissidents persecuted in Burma to workers in difficulty. His love for Burma led him to meet Aung San Suu Kyi, and to build a friendship that was instrumental to bring the Nobel Prize for Peace to Parma.

Giuseppe has always considered relationships as key in all areas where he worked and it is with this spirit that we are continuing the work he started. We live in an interconnected world and to support the rebuilding of democracy in Burma is one way to strengthen democratic principles here in Parma, in Italy, in Europe. Today the city of Parma has recognized the work of Giuseppe, manufacturer of ties, as Aung San Suu Kyi asked the young people in Parma to do: ” I hope that we shall meet again and again and that the people of Parma and Italy will be able to engage more and more with the people of my Country, and that you will become an example of how two different countries, two different peoples can be such good friends, that we will be living examples of not just “global citizenship”, as they say these days, but of human friendship”.

 

 

 

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *