Il colpo di stato in Myanmar

La Preghiera di Papa Francesco per il Myanmar

Al termine della preghiera dell’Angelus il Papa esprime tutta la sua preoccupazione per il delicato momento che sta attraversando il Myanmar, in seguito al golpe militare che il 1 febbraio ha portato all’arresto della leader e nobel per la Pace, Aung San Suu Kyi. Un Paese che è rimasto “con tanto affetto” nel cuore di Francesco sin dal tempo della sua visita apostolica nel 2017 e per il quale richiama i fedeli ad una preghiera comune e silenziosa:

 

«In questo momento così delicato, desidero assicurare nuovamente la mia vicinanza spirituale, la mia preghiera e la mia solidarietà al popolo del Myanmar e prego affinché quanti hanno responsabilità nel Paese, si mettano con sincera disponibilità al servizio del bene comune, promuovendo la giustizia sociale e la stabilità nazionale per un’armoniosa convivenza democratica. Preghiamo per il Myanmar»

 

Leggi la notizia su VaticanNews

Vedi il video integrale

English Version

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *