• Notizie

    “Un appello a uomini e donne del mio paese”: discorso del cardinale Charles Maung Bo, Arcivescovo di Yangon

    Un appello a uomini e donne del mio Paese. Fare una scelta ponderata nelle elezioni in Myanmar Dal cardinale Charles Maung Bo, Arcivescovo di Yangon. 1° settembre 2020 Miei carissimi fratelli e sorelle, Saluti.  Mingalabar. Questi sono tempi difficili.  La mia preghiera accompagna ognuno di voi nell’affrontare la sfida della pandemia.   Dio proteggerà la nostra nazione.   Siamo benedetti da un’altra elezione a novembre.  Questo ci chiama a compiere il nostro dovere di cittadini eleggendo i nostri rappresentanti.  In questo momento storico, mi rivolgo a ciascuno di voi, non come politico ma come religioso, come vostro fratello che desidera solo il bene comune e il benessere dell’intera comunità del…

  • Notizie

    Myanmar: le cinque sfide di Aung San Suu Kyi

    di Albertina Soliani Alcune domande Le cose che l’opinione pubblica ignora di Aung San Suu Kyi e del Myanmar sono molte di più di quelle che sa. Più di cinquant’anni di dittatura militare hanno tenuto chiuso il Paese, nel sostanziale silenzio del mondo. È negli ultimi due anni, specialmente in Occidente, che i commenti internazionali si sono fatti sempre più frequenti e incalzanti, quando il Rakhine State ha preso l’attenzione del mondo. La tragedia della minoranza musulmana del Rakhine, che si autodefinisce Rohingya, conosciuta come bengali nel resto della Birmania, ultima manifestazione di una storia che affonda le sue radici nei secoli, si sta rivelando come uno dei luoghi del…

  • Notizie

    Myanmar: the five challenges of Aung San Suu Kyi

    by Albertina Soliani Some questions The things the public opinion does not know about Aung San Suu Kyi and Myanmar are many more than the ones it actually knows. More than fifty years of military rule have kept the whole Country isolated, in the virtual silence of the rest of the world.   The international comments have become more frequent and pressing in the past two years – especially in the West – when Rakhine State has caught the attention of the world.                        The tragedy of Rakhine’s Muslim minority – who calls themselves Rohingya – known as Bengali in the rest of Burma, the latest manifestation of a history that is…

  • Notizie

    VIAGGIO IN MYANMAR 2018!!

    Cari Amici, la nostra amicizia con Aung San Suu Kyi e con il popolo birmano, ormai una storia di grande coinvolgimento, ci induce a pensare al prossimo viaggio collettivo in Birmania. Per conoscere il Paese, per condividere l’attuale fase di cambiamento, con le sue sfide e le sue prospettive. Portiamo nel viaggio la nostra speranza, le nostre domande, le nostre energie. Questo viaggio sarà il quarto organizzato dall’Associazione per l’Amicizia Italia Birmania Giuseppe Malpeli. E sarà guidato da Albertina Soliani. Mentre vi scriviamo abbiamo appreso che la missione del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, creata nel marzo 2017, ha consegnato un rapporto in cui scrive che i…

  • Notizie

    CARI AMICI di Albertina Soliani

    molto ho vissuto in queste ultime settimane. Se le parole possono comunicare qualcosa, ci provo, perché considero ancora importante condividere la vita e i pensieri. L’amicizia è un tesoro nella vita, come dice il Siracide. Per questa amicizia sono stata di nuovo in Birmania, la settimana di Pasqua. Una settimana cruciale, là. Con le dimissioni del Presidente della Repubblica, U Htin Kyaw,la elezione del nuovo, U Win Myint, 66 anni, stimato e rispettato, anche dai militari, vicinissimo a Lei. La festa dell’esercito, il Tatmadaw, e il discorso del Gen. Min Aung Hlaing. Con qualche passo avanti, nella modifica del loro ruolo. L’insediamento del nuovo Presidente, gli incontri di Aung San…

  • Notizie

    Testo integrale del discorso di Daw Aung San Suu Kyi  del 19 settembre 2017

    Eccellenze e ospiti illustri, L’anno scorso, quando mi sono rivolta all’ Assemblea generale delle Nazioni Unite in qualità di rappresentante del neo-costituito governo del Myanmar, abbiamo riaffermato la nostra fede e fiducia negli scopi e nei principi della Carta delle Nazioni Unite. E’ in questa fiducia duratura nella capacità delle nazioni di unirsi per costruire un mondo più pacifico e prospero, un mondo più gentile e più compassionevole per tutta l’umanità che vogliamo condividere con i membri della comunità internazionale le sfide che il nostro paese sta affrontando e i passi che stiamo intraprendendo per superarle. Quest’anno, non potendo recarmi a New York per l’Assemblea generale, ho organizzato questo briefing…

  • Notizie

    Card. Bo: religiosi in Myanmar, “esercito” di pace più forte di militari e milizie etniche

    Il porporato birmano ha promosso la prima conferenza interreligiosa di pace a Yangon. Presenti oltre 200 leader buddisti, cristiani, musulmani e indù. Intervenuti pure leader politici, istituzionali e membri della società civile. Agli uomini di fede il compito di appianare le discriminazionI e mettere fine agli scontri etnici e confessionali. Tempo di traghettare il Paese verso una piena democrazia.  Un richiamo ai leader religiosi perché promuovano la pace, trasformando un Paese ricco di risorse sfruttate sinora da una cricca di privilegiati in una nazione capace di appianare le divisioni sociali. E con esse anche gli scontri di carattere etnico e confessionale, che tanto sangue e un gran numero di vittime…

  • Notizie

    AUNG SAN SUU KYI IN VISITA A ROMA

       Tappa a Roma per Aung San Suu Kyi.  Dopo aver incontrato a Bruxelles il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk ed essere stata ricevuta dal re Filippo del Belgio, Daw  Suu è arrivata a Roma dove ha incontrato il presidente del Consiglio Gentiloni, il ministro deli Esteri Alfano, la presidente della Camera dei deputati Boldrini ed altri esponenti politici italiani. Non è mancata l’occasione per incontrare l’Associazione per l’Amicizia Italia Birmania Giuseppe Malpeli, rappresentata dal Presidente Carlo Ferrari, dalla senatrice Albertina Soliani, da Sara Avanzini, Alberto Brunazzi e Virginia King. Sempre a Roma ha avuto anche un colloquio con Romano Prodi. Culmine della visita è stato l’incontro con papa Francesco…